Vai direttamente ai contenuti della pagina

ITALIAN DOC SCREENINGS 2009

NOTE CONCLUSIVE

Siamo lieti di comunicare gli importanti risultati ottenuti dalla V Edizione degli Italian Doc Screenings.

PARTECIPANTI

La manifestazione si è chiusa il 19 settembre ultimo scorso ed ha visto la partecipazione di:

• 53 Experts e Tv delegates stranieri, provenienti da 20 Paesi nel mondo
• 23 Experts e Tv delegates italiani
• 120 sono stati I professionisti italiani accreditati

FORUM PER LE CO-PRODUZIONI E PITCHING ROUGH CUT

Alla selezione sono stati candidati:

• 112 progetti,
• 28 rough cuts

Nell’ambito del Forum per le co-produzioni, hanno avuto luogo 153 appuntamenti con la modalità ‘1 to 1’, a questi si aggiungono numerosi appuntamenti non presenti in agenda, che hanno avuto luogo in modo nell’arco delle 3 giornate di lavoro.

Al workshop per la presentazione dei progetti, tenuto da Marijke Rawie, Leena Pasanen, Bettina Hatami, Fabrice Esteve, hanno partecipato 46 persone, in rappresentanza di 18 società.

Al pitch pubblico dei rough cut, hanno partecipato 11 commissioning editors e sono stati presentati 5 film.

18 sono stati i pranzi di approfondimento su prenotazione, che hanno offerto la possibilità a 111 professionisti accreditati, di incontrare gli experts stranieri.

LIBRARY DIGITALE

La library degli Italian Doc Screenings, da quest’anno digitalizzata completamente, è stata attiva dal 17 mattina al 19 pomeriggio.

 

Sono raccolti nella library 197 film.

Dati principali:

GENERI
Arts & Culture 39
History 37
Human Interest 28
Personal Viewpoint 27
Reportage & Current Affaires 25
Biography 12
Ethnography 11
Lifestyle 10
Docu-fiction 7
Nature & Environment 7
Adventure & Travels 6
Science & Technology 5
Kids 1

ANNO DI PRODUZIONE
2009 47
2008 66
2007 48
2006 27
2005 6
2004 3


TOTALE VISUALIZZAZIONI 605

film con almeno una visualizzazione 176

media visualizzazioni per film 3

experts che hanno utilizzato la library 40
richieste dvd 40

Interested 38

fairly interested 19

Al termine della manifestazione ogni società/autore riceverà un report dettagliato sui visionamenti effettuati dai compratori presenti e su eventuali dichiarazioni di interesse.

La library resterà disponibile per i compratori già muniti di user e password nell’arco dei prossimi 12 mesi.

I PANEL

Il programma dell'edizione 2010 degli IDS è stato molto ricco in termini di ospiti e contenuti.

Il focus sul "Not (only) Television" nelle due sessioni ha visto alternarsi tra i panelists protagonisti internazionali assoluti. Mark Atkin (prossimo direttore del Discovery Campus) ha diretto il panel sulle più avanzate esperienze nel campo della Cross-Platform insieme al Commissioning Editor di Channel 4 Adam Gee.

Nella seconda sessione del focus, quella dedicata al rapporto tra festival e mercato, l’atmosfera è stata caldissima e non poteva essere altrimenti nel panel che ospitava i direttori e selezionatori dei più importanti festival di documentario del mondo quali IDFA, Leipzig, Sheffield, Full Frame, Vision du Reel, per citarne qualcuno e produttori come Serge Lalou, moderati da Leena Pasanen e Maurizio Di Rienzo.

Ancora, abbiamo, per la prima volta in Italia, assistito ad un panel sulla TV pubblica americana – PBS - e lo abbiamo fatto con i rappresentanti degli slot e dei fondi più interessanti, POV, WNET, ITVS.

Agli IDS non poteva mancare un panel sul paradiso dei documentari: la Finlandia. Come non potevano mancare un panel sul documentario seriale ed uno sul documentario di genere storico, con l’esempio del muro di Berlino visto dagli occhi dei conigli e... dei passi ancora lunghi da compiere in Italia.

Sul fronte nazionale, ci sono state comunque novità interessanti. Non si può dire che sia cambiato l’atteggiamento dei rappresentanti della televisione italiana verso il documentario, verso i loro colleghi stranieri, verso la produzione indipendente, ma ci sono state eccezioni che ci permettono di sperare ancora.
I rappresentanti italiani di History Channel, una delle presenze costanti agli IDS, hanno fatto un pressante invito alla produzione indipendente per proposte di nuove serie.
Di National Geographic avevamo in passato sentito solo la voce americana, quella riferita alla produzione globale. La grossa novità di quest’anno è l’apertura di una finestra per storie italiane all’interno dei canali del gruppo, interessante opportunità per la produzione indipendente italiana.

Al panel dedicato a DOC 3 hanno partecipato sia il commissioning editor Lorenzo Hendel che il capo struttura di RAI 3 Annamaria Catricalà. Un rapporto così diretto tra dei rappresentanti della televisione pubblica italiana e i documentaristi non ce lo ricordavamo. Ne abbiamo approfittato per spingere affinché gli ottimi risultati che sta ottenendo DOC 3 possano essere da tutti (emittente, produttori indipendenti, autori e principalmente spettatori) capitalizzati in tempi brevi.

I PARTNER

L'edizione degli Italian Doc Screenings 2009 è stata realizzata grazie al contributo del Ministero per lo Sviluppo Economico, Istituto Nazionale per il Commercio Estero, Provincia di Trento, Azienda per il Turismo Trento, FOX International Channels - Italia, Cinecittà Luce, Film Commission Regione Campania e con la collaborazione di Zelig e del Trento film Festival.

inglese